menuclose

NEWS

NEWS
LA SVIZZERA SOLLEVA TUTTE LE RESTRIZIONI PANDEMICHE

LA SVIZZERA SOLLEVA TUTTE LE RESTRIZIONI PANDEMICHE

17 February 2022

Il governo federale svizzero ha deciso di revocare tutte le restrizioni pandemiche dal 17 febbraio poiché i timori che il sistema sanitario potrebbe non essere in grado di far fronte al crescente numero di infezioni si sono attenuati.

 

Revoca delle restrizioni

    Il governo federale svizzero ha deciso di revocare tutte le restrizioni pandemiche dalla mezzanotte del 17 febbraio, come annunciato mercoledì. I timori che il sistema sanitario possa essere sopraffatto dal numero crescente di infezioni da varianti di Omicron si sono attenuati negli ultimi giorni, spingendo alla decisione di revocare tutte le restrizioni. Resta in vigore solo l'obbligo di indossare le mascherine sui mezzi pubblici e nelle visite alle strutture sanitarie. Rimarrà in vigore anche fino alla fine di marzo l'isolamento obbligatorio di cinque giorni per le persone risultate positive al COVID-19. Altre restrizioni vengono eliminate del tutto per la prima volta in quasi due anni. Tutti i negozi, i ristoranti e le strutture culturali sono ora liberamente accessibili.

 

L'economia ha aspettato

    I segnali che le restrizioni potrebbero essere revocate sono stati dati circa due settimane fa e l'economia ha atteso con impazienza questo momento. "Abbiamo aspettato a lungo questo momento", afferma Casimir Platzer, capo della Gastro-Lobby Gastrosuisse. I ristoranti e i proprietari di hotel sono felici che gli ospiti non debbano più mostrare un certificato COVID-19. Ciò potrebbe comportare un numero maggiore di visite. I dati mostrano che il numero di pernottamenti negli hotel sono diminuiti fino al 30% nel 2020, lasciando il settore dell'ospitalità in una situazione molto difficile. L'economia ha anche registrato il suo peggior risultato dagli anni '70 nel 2020, con l'alto tasso di cambio del CHF rifugio sicuro che ha danneggiato le esportazioni. Nell'ultimo anno la situazione è leggermente migliorata e il cambio del franco svizzero si è stabilizzato, ma l'economia deve ancora riprendersi un po' per tornare al trend di crescita pre-pandemia.

 

Luce all'orizzonte

    Quanto alla pandemia, il presidente svizzero Ignazio Cassis ha dichiarato in conferenza stampa a Berna: "La luce all'orizzonte è ben visibile. Il virus c'è. Stiamo imparando a convivere con il virus.” Tuttavia, ha aggiunto, che il governo è pronto a reintrodurre le restrizioni ogni volta che fosse necessario. Nonostante le decine di migliaia di nuove infezioni al giorno, il sistema sanitario svizzero è in buone condizioni, il numero di posti letto nelle unità di terapia intensiva è in calo. "La fase acuta è finita", ha affermato il ministro della Salute Alain Berset , aggiungendo che la Svizzera manterrebbe la capacità di vaccinazione. Attualmente, più del 90% degli 8,6 milioni di abitanti della Svizzera sono immuni al virus, essendo stati vaccinati o essendo guariti. Dall'inizio della pandemia sono stati segnalati oltre 2,6 milioni di contagi in Svizzera e nel vicino Liechtenstein hanno denunciato e circa 12.600 persone sono morte a causa del COVID-19.

www.exchangemarket.ch
www.exchangemarket.ch