menuclose

NEWS

NEWS
LA BANCA NAZIONALE SVIZZERA PREVEDE ULTERIORI TASSI DI INTERESSE E VENDITE DI FOREX

LA BANCA NAZIONALE SVIZZERA PREVEDE ULTERIORI TASSI DI INTERESSE E VENDITE DI FOREX

04 January 2023

Dopo che la BNS ha aumentato i tassi di 50 punti base a dicembre, sono attesi ulteriori aumenti. Negli ultimi mesi la banca è stata attiva anche nel mercato dei cambi.

 

AUMENTO DEL TASSO

La Banca nazionale svizzera ha già alzato i tassi di interesse di 50 punti base a dicembre, in linea con le previsioni degli esperti. Nel complesso, ha alzato i tassi di 175 punti base nel 2022, quindi ora sono all'1%. In precedenza erano stati aumentati di 75 punti base a settembre e di 50 punti base a giugno. La banca sta cercando di combattere l'inflazione e la relativa pressione sul mercato. È interessante notare che i tassi di interesse sono aumentati di 250 pb nell'eurozona e di ben 425 pb negli Stati Uniti nell'ultimo anno, ma l'inflazione in queste aree è molto più alta che in Svizzera. Gli analisti di mercato prevedono ulteriori aumenti. La prossima decisione in merito è prevista per marzo.
 

BNS ATTIVA NEL MERCATO DEI CAMBI PER INFLUENZARE IL TASSO DI CAMBIO DEL FRANCO

La Banca nazionale è tornata ad essere attiva anche sul mercato dei cambi. Ha venduto valute estere per rafforzare il CHF, che a sua volta potrebbe contribuire a smorzare l'inflazione. Nel terzo trimestre dello scorso anno, la BNS ha venduto valuta estera per un valore di 739 milioni di franchi svizzeri, il che significa che la banca ha spostato la sua attenzione dalla prevenzione di un tasso di cambio eccessivo del CHF alla lotta all'inflazione. La vendita di valuta estera fa salire il tasso del CHF, che abbassa l'inflazione causata da importazioni costose. Nel secondo trimestre la banca ha venduto solo 5 milioni in valute estere, il che significa che ha sicuramente fatto di più nel terzo trimestre. All'inizio di questo mese, il capo della BNS Thomas Jordan ha affermato che la banca centrale ha venduto valuta estera per garantire "condizioni monetarie adeguate", aggiungendo che la banca continuerà a vendere valuta estera in futuro poiché vuole mantenere il tasso di cambio del CHF sotto controllo.
 

PROSPETTIVE DI INFLAZIONE

A novembre l'inflazione era al 3%, che è ancora bassa rispetto ad altri paesi. Tuttavia, è alto per gli standard svizzeri poiché l'obiettivo di inflazione della BNS è compreso tra lo 0 e il 2%. Sebbene l'inflazione si sia in qualche modo stabilizzata, scendendo dal 3,5% di agosto, è ancora ben al di sopra dell'obiettivo. Perché l'inflazione in Svizzera è più bassa che nei paesi limitrofi? Ciò è dovuto a un mix di minore quota di energia nei consumi e al buon prezzo del franco svizzero, che limita l'impatto dell'inflazione importata. 

 

Exchangemarket
www.exchangemarket.ch