menuclose

NEWS

NEWS
UN'ALTRA FINTECH SVIZZERA STA PER RICEVERE UNA LICENZA UFFICIALE

UN'ALTRA FINTECH SVIZZERA STA PER RICEVERE UNA LICENZA UFFICIALE

16 February 2021

Un'altra start-up fintech svizzera che sta cercando di creare la rete di pagamento tra Europa e Asia viene chiusa per ottenere una licenza dalla FINMA.

 

Saphirstein ottiene la licenza Fintech

 Saphirstein dovrebbe ricevere una licenza fintech svizzera dall'autorità di regolamentazione svizzera FINMA. Con la licenza Swiss Fintech, le start-up possono testare i prodotti e registrare i clienti senza dover seguire un processo normativo lungo e completo. Il limite massimo di licenza è di 100 milioni di franchi svizzeri. Saphirstein non è ancora inclusa nell'elenco delle istituzioni approvate dalla FINMA, ma probabilmente perché la licenza non è ancora in vigore. Saphirstein non ha intenzione di chiedere l'approvazione ad altre agenzie di regolamentazione, ma i suoi proprietari sono in contatto con istituti di tutto il mondo, compresi gli istituti cinesi. Inoltre, la start-up fintech prevede di ottenere la licenza bancaria completa.

 

Gli affari di Saphirstein

La start-up fintech svizzera offre pagamenti FIAT e prevede di entrare anche nel business dei bitcoin. La start-up è stata lanciata tre anni fa ed è guidata dal CEO Haoning Zhang, un informatico di ETH che in precedenza ha lavorato presso Avaloq, UBS o Coutts Private Banks ed era guidato da Yang Lan, anche con precedenti carriere presso UBS e Coutts Banks. La start-up fintech prevede di creare una rete di pagamento da utente a utente che collegherà i clienti in Asia e in Europa e sarà disponibile anche per i commercianti. L'app di pagamento Fiat24 dovrebbe essere lanciata all'inizio dell'autunno. I primi investitori della startup includono il braccio internazionale di China Merchant Bank e Fenbushi, una società di venture capital con sede a Shanghai impegnata in investimenti blockchain. Fintech punta a ulteriori fondi.

 

Solo seconda licenza in 13 mesi

Saphirstein è solo la seconda start-up ad aver ottenuto una licenza fintech FINMA in 13 mesi. Il regolatore svizzero ha lanciato questo programma per le società fintech per sostenere i loro progressi. La prima è stata la banca digitale Yapeal. Non molte aziende ottengono il premio, considerando che il regolatore di Singapore ha rilasciato contemporaneamente quattro licenze alle banche digitali. Un progetto di pagamento supportato da Facebook, Deim, precedentemente noto come Libra, è in attesa dell'approvazione della FINMA per ottenere una licenza dopo aver presentato una domanda nell'aprile dello scorso anno.

 

Progetto Helvetia

Nel frattempo, non è solo la FINMA a promuovere la filiale fintech nel paese, poiché la Banca nazionale svizzera ha lavorato intensamente al progetto per le valute digitali. Insieme alle organizzazioni partner, la BNS ha annunciato alla fine dell'anno scorso di aver condotto esperimenti di successo per capire come le valute digitali possono funzionare nel sistema finanziario tradizionale. Il lavoro si svolge nell'ambito del progetto Helvetia, che collega la BNS, l'operatore SIX e la Banca dei regolamenti internazionali. Il sistema di pagamento interbancario esistente sarà collegato a un libro mastro distribuito, in quanto è stata testata anche l'emissione di valute digitali sulla piattaforma basata su blockchain. L'obiettivo della banca centrale svizzera è quello di non emettere valute digitali all'ingrosso.

convertisseur euro | taux de change suisse | euro kaufen schweiz | eur chf converter | salaire médian suisse | convertitore di valuta | währungsrechner | comprare franchi svizzeri | zurich exchange
exchangemarket.ch
exchangemarket.ch