menuclose

NEWS

NEWS
IL BILANCIO FEDERALE SVIZZERO PER IL 2022 SI CHIUDE CON ECCEDENZA

IL BILANCIO FEDERALE SVIZZERO PER IL 2022 SI CHIUDE CON ECCEDENZA

06 July 2021

Il governo federale svizzero ha annunciato il budget per il 2022, che dovrebbe concludersi con un avanzo strutturale di 0,6 miliardi di franchi.

ECCEDENZA PREVISTA

Il governo federale ha pubblicato il suo budget federale per il 2022 e prevede un avanzo strutturale di 0,6 miliardi di franchi svizzeri (circa 649 milioni di dollari Usa all'ultimo cambio medio). Il loro piano prevede un avanzo strutturale di 0,4 miliardi di franchi per il 2023, un disavanzo di 0,1 miliardi di franchi per il 2024 e ancora un altro avanzo di 0,1 miliardi di franchi nel 2025. L'anno prossimo, si dice che l'eccedenza sia dovuta a maggiori pagamenti da parte della banca centrale svizzera, il che significa che le maggiori spese legate alla pandemia - di 1,2 miliardi di franchi svizzeri - sarebbero compensate. "Dopo due anni in cui il bilancio è stato gravato dall'elevata spesa per il COVID-19, ci sono anche segnali di normalizzazione della politica finanziaria", ha affermato il Consiglio federale dopo una riunione. Entro la fine dell'anno, il Consiglio federale prevede di chiedere al Parlamento svizzero ulteriori spese in seguito per stimolare i settori del turismo, dei trasporti e della salute, che stanno lottando con gli effetti del COVID-19. A febbraio il Consiglio federale ha dichiarato che si adopererà per un bilancio in pareggio nei prossimi anni, dopo un disavanzo record quest'anno perché molti soldi sono stati investiti nell'economia in tempi di crisi. Il ministro delle finanze - Ueli Maurer ha affermato che i debiti per gli aiuti al coronavirus dovrebbero ammontare a 25 miliardi di franchi. Maurer ha affermato che il piano è di ripagare questo debito nel corso degli anni senza dover adottare misure drastiche come aumenti delle tasse o tagli alla spesa.

 

ECCEDENZA ANCHE AL BILANCIO DELLA BNS A CAUSA DEL BASSO TASSO DI CAMBIO EUR CHF

Di recente anche la Banca nazionale svizzera ha comunicato i propri dati finanziari e ha dichiarato un surplus di 16 miliardi di franchi svizzeri (circa 17,40 miliardi di dollari Usa all'ultimo cambio) dopo il primo trimestre del 2021. Si tratta di 6 miliardi di franchi in più rispetto al 4° trimestre 2020. «L'aumento è dovuto principalmente a due fattori. In primo luogo, il commercio di beni ha registrato un avanzo di reddito significativamente più elevato rispetto allo stesso trimestre del 2020. In secondo luogo, l'eccedenza di spese nel reddito secondario è diminuita a causa del calo delle spese per sinistri da parte delle compagnie di assicurazione private ", ha affermato la BNS in un comunicato stampa. Le attività della banca centrale sono aumentate di 260 miliardi di franchi svizzeri, compensando in modo eccessivo l'aumento degli impegni di 160 miliardi di franchi. Poiché il tasso di cambio CHF è ora più debole rispetto al dollaro, il valore delle attività denominate in USD è più alto quando si calcola di nuovo in CHF. Di conseguenza, il patrimonio netto internazionale della Svizzera è aumentato di trimestre in trimestre di 100 miliardi a 761 miliardi di franchi svizzeri. "Da entrambe le parti, l'aumento delle scorte è stato dovuto agli effetti del tasso di cambio: il dollaro USA è stato significativamente più alto rispetto al franco svizzero, soprattutto verso la fine del periodo", ha affermato la BNS, aggiungendo: "Ciò ha avuto un impatto particolarmente forte sul lato attivo a causa dell'elevata percentuale di valute estere”. L'aumento delle passività è dovuto ai guadagni di valutazione sul mercato azionario svizzero. Oltre agli investimenti in valuta estera, sono aumentati gli averi in valuta estera e le obbligazioni della BNS.

ExchangeMarket.ch
ExchangeMarket.ch